venerdì 30 dicembre 2016

Straordinariamente ordinario



Non riesco a dare continuità all’aggiornamento del blog. E allora? Stiki, direbbe qualcuno, i problemi della vita sono altri! Una volta tanto, sono d’accordo, per cui oggi posto (voce del verbo postare). 

Solo un mese e mezzo di mirabolante attività atletica da recuperare: ecco dunque! Eravamo a metà novembre, appena iniziato il nuovo ciclo di specifica mezzofondo con un buon 5x1000 a 3’29’’ di media nei tratti veloci. Il lavoro successivo era un 8x500, toppato, iniziamo bene…Poi un corto veloce da 5km, uscito molto bene in 18’23’’, da solo, in allenamento. Promettente!

E siamo al 27 novembre, domenica, prima gara di “allenamento”, Corri alla Garbatella, più o meno 10km. 

giovedì 24 novembre 2016

Sergio



SERGIO: ah belli! Visto che oggi sono venuto pure io? 

TOMMASO: ah sola! Nun vieni mai, mo’ lo senti il Coach quando arriva!

MICHELE: Ciao Tommy, anvedi c’è pure Cecio oggi, batti er cinque, chi aspettiamo?

TOMMASO: er Coach, almeno, sennò che allenamento famo?

SERGIO: come non lo sappiamo? Non è pascolo oggi?

TOMMASO: ah ecco perché sei venuto! Nun te va de fa un ca..o, sei proprio na sola! Ma che non lo sapevi che abbiamo cambiato? Il martedì c’è il lavoro?

SERGIO: lavoro? Maddeché! Che state a preparà?

MICHELE: 10.000, la Best Woman a Fiumicino, ce vieni?

mercoledì 16 novembre 2016

La transizione si specifica



I più accorti di voi avranno già notato la mancanza di aggiornamenti sul blog nell’ultimo periodo. Ebbene è proprio così, confermo. Non vi faccio perdere tempo con inutili scuse e vado subito a riprendere da dove avevo interrotto.

Dunque, si, dicevo che l’estate era passata in fretta e che stavo per correre la staffetta 12x1h a Caracalla come medio “spinto”. In realtà poi le cose sono andate in modo leggermente diverso, nel senso che la squadra aveva bisogno di qualcosa di più di un medio spinto, c’era un gran tifo e quindi sono partito non al massimo ma dopo ho tirato. Risultato 38 giri e qualche decina di metri, terzi assoluti! Tutto molto divertente.

lunedì 12 settembre 2016

L'estate sta finendo...un anno se ne va



La vita va avanti ma senza sapere dove e la corsa segue a ruota. Niente di nuovo, quindi, in attesa che qualcosa succeda.

L’estate è passata in fretta, tutta di costruzione, medi e lenti ma pochi lunghi per questioni logistiche, soprattutto. In vacanza è stato più difficile avere costanza, però non mi posso lamentare, la forma è buona. Migliore del passato? Forse si, forse no, lo saprò solo in inverno.

Non avendo ancora scelto gli obiettivi autunnali e invernali, pianifico solo a breve termine. Due gare, in particolare: venerdì scorso una 7 km in Toscana per il campionato sociale e sabato prossimo la staffetta 12x1h a Caracalla, che ho intenzione di correre come un medio “spinto”.

martedì 23 agosto 2016

Ipse dixit - 4 - il fondo lento, l'allenamento per tutti



Nuova puntata della rubrica “I luoghi comuni del running”, come di consueto, mettetevi comodi, possibilmente con un sacchetto di popcorn.

Leggendo su internet qualche commento alle ultime gare di atletica delle Olimpiadi, mi sono casualmente imbattuto in un articolo di Giorgio Rondelli, dal titolo “Il fondo lento, l’allenamento per tutti”. 

Incuriosito, temevo però di dover di nuovo incontrare il più famigerato dei luoghi comuni “il lento si fa a VR+40’’ “, onnipresente negli articoli divulgativi firmati da allenatori affermati. Quindi titubavo, ma poi la curiosità ha prevalso.

venerdì 29 luglio 2016

Flavio



TOMMASO: Ehi Flavio, oggi ho un lento, lo facciamo insieme?

FLAVIO: Dai, passiamo al biscotto, ci dovrebbe essere anche qualcun altro a quest’ora.

TOMMASO: Scusa, puoi rallentare, vai troppo forte.

FLAVIO: come troppo forte, andiamo a 5’ al km. Di solito vado anche più forte.

TOMMASO: quanto hai di frequenza cardiaca in questo momento?

FLAVIO: aspetta che regolo l’orologio, di solito mentre corro non la guardo. Ah ecco, 155. Tu?

TOMMASO: caspita! Ma quanto hai di massima? La mia FC in questo momento è 144.

FLAVIO: la mia massima? Non so, non me l’hanno mai misurata. A che serve!

martedì 19 luglio 2016

Cross a Creta



È già passato quasi un mese e ancora non ho scritto dell’ultima gara a Creta, cui avevo fatto riferimento (criptico) nell’ultimo post.

Come detto, si è trattato di un cross internazionale di poco più di 10 km, in tre giri di un circuito in parte asfalto e parte sterrato in campo di motocross, cioè sabbia, dossi e tutte curve, il 22 giugno in pieno sole!

Condizioni ideali, si per schiattare, e infatti più di qualcuno è andato via in ambulanza. 12 paesi rappresentati per circa 130 atleti.

martedì 28 giugno 2016

Dopo la maratona



Metà aprile, dopo aver corso la maratona e aver cambiato vita, dovevo decidere cosa fare della corsa. Deve fare ancora parte della mia nuova vita oppure no? 

Il passatempo di cui sopra è di quelli impegnativi, che vanno coltivati quasi tutti i giorni (o meglio quasi tutte le notti!), con costanza e impegno. Se si vuole mantenere, anzi migliorare, il livello raggiunto, bisogna continuare a spingere, darsi degli obiettivi e per fare tutto questo bisogna essere motivati.

E cosa ho deciso? Ecco non ho ancora deciso. 

So bene che, se smettessi, la corsa mi mancherebbe. Ma allo stesso tempo continuare è faticoso, non sono sicuro di avere più la giusta motivazione. L’alternativa di continuare in modo blando non la prendo nemmeno in considerazione: una cosa o la faccio bene o non la faccio.

E allora? Per il momento vado avanti, senza un piano preciso, in attesa che qualcosa succeda.

lunedì 23 maggio 2016

Nuovi percorsi


La vita riserva sorprese. 

Mai avrei pensato di andare a vivere nei pressi di Piazza Vittorio. Non c’è un parco, a parte la piazza più grande di Roma, con al centro un giardino. I palazzi ottocenteschi non hanno balconi e sono molto vicini l’uno all’altro. Tutto il contrario di quello che ho sempre pensato mi piacesse di una casa: verde, spazio, luce. 

martedì 10 maggio 2016

Bilancio



La stagione agonistica 2015-2016 per quanto mi riguarda è finita con la maratona di Roma. È quindi tempo di bilanci.

Dovrei parlare di numeri, allora, dei personali migliorati su tutte le distanze, di tutti gli obiettivi raggiunti. Esattamente come avevo “sognato” nel post che più mi ha portato sfortuna, non a caso era stato pubblicato alle 17.17!